Quando utilizzare filati in viscosa e quando utilizzare filati in poliestere per ricami a macchina

Il mercato offre vari tipi di filati per ricami a macchina. Quelli usati più comunemente sono realizzati in viscosa o poliestere. Tuttavia spesso è difficile trovare informazioni approfondite che aiutino a comprendere le caratteristiche e i limiti specifici. Per questo motivo abbiamo creato una guida rapida e pratica. Scoprite cosa accomuna e in cosa differiscono i filati per ricami a macchina in poliestere e in viscosa e quale si presta meglio per le diverse applicazioni.

 

Perché esistono più tipi di filati da ricamo?

Esistono diversi tipi di filato perché i requisiti sono molto vari e riguardano l'aspetto e la consistenza al tatto del ricamo, i processi di produzione, la manutenzione e l'utilizzo dei prodotti tessili, i costi e la produttività, l'impatto ambientale e la qualità.

Potreste già avere una preferenza personale basata su precedenti esperienze di ricamo con determinati filati. E avrete notato che un tipo di filato non è il più adatto per ogni applicazione.

Le versioni più utilizzate, i filati da ricamo in viscosa e poliestere, hanno ciascuna i loro punti di forza e i loro limiti e rappresentano quindi la scelta migliore per tipi di progetti di diversa natura.

Spesso uno qualsiasi di questi filati potrebbe essere adeguato quando si ricama un motivo standard, ma si dovrebbe riconoscere quando usare un tipo e quando l'altro.

Come scegliere il filato da ricamo giusto

Materie prime e impatto ambientale: quanto sono importanti per la vostra scelta?

I due filati hanno origini diverse. I prodotti in viscosa sono stati sviluppati per comportarsi come una seta artificiale, fornendo caratteristiche naturali a prezzi accessibili e una sorprendente morbidezza e lucentezza. La loro origine è naturale anche se sono considerati materiali semisintetici, perché si ottengono dal legno di alcuni alberi. La polpa di cellulosa viene trasformata chimicamente in una soluzione organica viscosa da cui si ottengono i filati. 

Nel migliore dei casi le materie prime provengono da foreste certificate, gestite in modo responsabile dal punto di vista ambientale, sociale ed economico, come nel caso di Madeira Classic.

I filati di poliestere sono prodotti sintetici, fabbricati dall'uomo e derivato dal petrolio. Sono stati sviluppati appositamente per garantire lunga durata e resistenza ai trattamenti chimici, che potrebbero essere necessari per ragioni di pulizia o di design. Offrono anche prezzi convenienti. Sono la scelta migliore per rifinire articoli che richiedono tali proprietà.

Se si opta per il poliestere, conviene scegliere marchi che producono in stabilimenti certificati e sfruttano in modo efficiente e senza sprechi le risorse (ad es. acqua, elettricità), come avviene per la produzione diMadeira Polyneon.

Che tipo di brillantezza è necessaria per il vostro progetto?

I due tipi di filati non sono realizzati nello stesso modo. Pertanto, anche se entrambi sono molto lucenti, offrono un aspetto leggermente diverso. Il filato di viscosa alla luce rivela una lucentezza fine, dall'affascinante effetto serico. Il poliestere brilla in modo più forte e diretto.

Se l'obiettivo è aggiungere multidimensionalità e profondità ai motivi o creare effetti brillanti, i filati di viscosa saranno più adatti. Questa caratteristica potrebbe essere interessante per alcune applicazioni destinate al settore moda e decorazione di interni. Si possono ottenere diverse possibilità decorative e di ombreggiatura grazie al tipo di punti utilizzati e alla loro direzione. Questi influenzano l'aspetto di ogni elemento contenuto in un motivo ricamato.

Se gli effetti di luce non hanno un ruolo importante nel motivo, funzioneranno bene il poliestere o il rayon.

Che tipo di sensazione tattile dovrebbe trasmettere il ricamo?

Un'altra differenza tra i due filati sta nella loro morbidezza. I filati di viscosa sono flessibili e si prestano bene a motivi intricati, con punti numerosi o fitti. Sono delicati con i componenti della macchina da ricamo con cui vengono a contatto, causano un basso attrito e non lasciano residui. I motivi saranno piacevoli al tatto, chiari, precisi e piacevoli sulla pelle. I filati di poliestere hanno una mano più dura, sono più rigidi in macchina e al tatto sono un po' più pesanti, il che li rende molto adatti a materiali più duri e ad applicazioni robuste.

I filati di viscosa hanno generalmente bisogno di una tensione inferiore rispetto al poliestere. Attenzione però a non tendere troppo il filato di poliestere; si potrebbe causare l'allungamento del filo che cercherebbe poi di tornare alla sua forma normale, aumentando il rischio di increspature. Quando si regola la tensione, ricordarsi di controllare anche il filo sottonavetta.

Su quali materiali si ricama?

I filati di viscosa sono estremamente versatili; offrono molta libertà nella scelta dei materiali, dei tipi di punto e della loro direzione, sono più adatti per i tessuti compatti rispetto ai filati di poliestere. La loro disposizione è sempre regolare e danno buoni risultati su svariati tessuti, da quelli pesanti a quelli leggeri. Inoltre evitano pressoché totalmente la formazione di cappi e la rottura del filo. I filati di poliestere possono sembrare un po' più forti e abrasivi e sono molto adatti a prodotti con proprietà simili, come cappellini, zaini, stemmi, articoli promozionali e materiali sintetici duri.

Tenete sempre presente di controllare e cambiare l'ago quando iniziano a presentarsi rotture del filo, perché la cruna dell'ago si consuma durante l'uso.

Come verranno trattati i tessuti ricamati durante la pulizia e per gli effetti speciali del motivo?

La resistenza dei filati di poliestere è ben nota. Possono resistere alle procedure di pulizia industriale, ai detergenti aggressivi, al candeggio e ai trattamenti stone wash. I filati di viscosa, derivando da materie prime naturali, consentono l'uso di detergenti standard che non contengono agenti sbiancanti. Tuttavia, entrambi i filati possono resistere ad alte temperature di lavaggio di 95 °C e la viscosa ha una migliore resistenza alle alte temperature di stiratura.

A causa della loro robustezza, i filati di poliestere sono spesso la scelta migliore per uniformi, abiti da lavoro, biancheria da letto, abbigliamento per bambini, asciugamani, tessuti bianchi, abbigliamento per outdoor, costumi da bagno, jeans a effetto consumato e altri prodotti che devono essere candeggiati o che devono resistere a prodotti chimici aggressivi o al lavaggio industriale. La viscosa è adatta anche per capi aziendali, ma solo quando non è necessario candeggiarla. Cosa che spesso non è comunque possibile per i materiali colorati.

Consiglio: i filati da ricamo Madeira Polyneon hanno una resistenza superiore al cloro e permettono trattamenti denim.

Tip: Madeira POLYNEON embroidery threads have a superior resistance to chlorine, and denim wash treatments are possible.

Cosa potrebbero avere in comune i filati di poliestere e di rayon?

Quando si sceglie un determinato marchio è consigliabile controllare anche le caratteristiche generali, che sono indicatori della qualità del filato. Qui di seguito troverete i punti principali da verificare, sull’esempio dei filati per ricamo a macchina in viscosa Classic e poliestere Polyneon di Madeira.                             

 

I filati sono certificati?

Classic e Polyneon sono conformi a STANDARD 100 by OEKO-TEX®, Classe di prodotto I. Questo significa che sono privi di sostanze nocive e sono sicuri da usare anche negli articoli per neonati. Sono prodotti, inoltre, in stabilimenti certificati ISO 9001:2008.

 

Che gamma di tonalità è offerta?

Con una gamma standard di oltre 400 tonalità tinta unita e multicolore per i filati superiori, riferimenti corrispondenti ai colori Pantone e integrazione in molti programmi di digitalizzazione, avrete un'ampia scelta per i progetti più diversi. Troverete facilmente le sfumature esatte necessarie, sarete efficienti e in grado di riprodurre un motivo in qualsiasi momento. L’uniformità del colore tra i lotti di tintura è garantita da rigorosi controlli di qualità.

 

Che gamma di spessori è offerta?

Oltre al titolo standard 40, intercambiabile per i due filati con lo stesso spessore dell'ago e la stessa digitalizzazione, è importante avere anche una buona scelta di spessori dei filati.

I filati più sottili Classic e Polyneon di titolo 60 permettono di creare dettagli chiari e piccole lettere, ricami realistici con tecniche di ombreggiatura o di lavorare su tessuti molto delicati. I filati superfini, come Polyneon 75, sono adatti per filigrane, per l'applicazione di paillettes o di elementi molto piccoli nei motivi. Il più spesso Classic 30 copre ampie superfici e riempie gli spazi utilizzando meno punti e filato, poiché è richiesta una minore densità di punti. È adatto anche per tessuti più spessi.

I filati sono adatti alle vostre esigenze e facili da lavorare?

Alcuni spessori sono offerti sia su coni grandi che su mini-coni. Questo permette una gestione efficiente del vostro inventario, poiché avrete bisogno di più filato per le tonalità più utilizzate e di meno filo per quelle che usate raramente o solo per alcuni accenti nei motivi. La vostra macchina da ricamo dovrebbe anche poter operare ad alta velocità con il filato senza incorrere in problemi.

 

Che tipo di aspetto si desidera?

Anche se la maggior parte dei filati da ricamo in viscosa e poliestere sono lucenti, riflettono la luce in modo diverso. A seconda del motivo e della digitalizzazione, questo potrebbe essere più o meno ovvio.

Madeira offre anche un look opaco, grazie all'innovativo filato di poliestere Frosted Matt. Il suo aspetto pulito e naturale è abbinato alla resistenza del poliestere.

Ora avete le informazioni necessarie per fare scelte professionali e impreziosire al meglio i vostri prodotti tessili. Indipendentemente che vi servano filati standard in viscosa o poliestere per motivi o loghi ricamati, è il momento di passare all’azione e scegliere i prodotti giusti.

 

Scoprite i filati per ricamo a macchina